Garlasco, Stasi laureato alla Bocconi: 110 e lode

L'unico indagato per
l’omicidio di Chiara Poggi, avvenuto il 13
agosto scorso a Garlasco, si è laureato questa mattina
all’Università Bocconi di Milano. Massimo dei voti. L'avvocato: "Era tranquillo"

Milano - Alberto Stasi, unico indagato per l’omicidio della sua fidanzata Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto scorso a Garlasco (in provincia di Pavia), si è laureato questa mattina all’Università Bocconi di Milano.

La discussione della tesi Il giovane è appena uscito dalla sede distaccata dell’università milanese di viale Isonzo, dove ha discusso la propria tesi di laurea sul corso di economia e legislazione per l’impresa, "Profili tecnici e normativi sulla tassazione delle imprese di assicurazione". Il voto è stato di 110 e lode. Stasi è uscito a bordo dell’auto guidata dal padre Nicola sulla quale si trovava anche la madre. Il giovane era vestito con una giacca nera e una cravatta a righe bianche e blu. Stasi avrebbe dovuto discutere la sua tesi lo scorso ottobre.

Le indiscrezioni Secondo l’avvocato, Giuseppe Colli, che ha parlato con Alberto Stasi dopo l’esame di laurea, il giovane si è presentato davanti alla commissione "tranquillo" ed è uscito contento di aver raggiunto un traguardo importante. Probabilmente Alberto Stasi festeggerà la sua laurea con parenti e amici pranzando nella sua abitazione di Garlasco. Non si è saputo a chi il 24enne abbia dedicato la sua tesi, ma lo scorso ottobre i suoi avvocati dissero che l’avrebbe dedicata alla fidanzata scomparsa, Chiara Poggi.