Garmin e i navigatori da taschino

Antonio De Felice

da Milano

Garmin, i cui prodotti vengono importati in Italia dalla Synergy di Milano, è sbarcata nel mondo delle 4 ruote. Tra le ultime novità spicca lo StreetPilot i3, navigatore dalle dimensioni compatte. Misura 7,6x6,9x5,4 cm, ha uno schermo a colori da 2,5 pollici, pesa 150 grammi, si appende al parabrezza con un supporto a ventosa e grazie a una piccola rotella sul frontale consente il facile accesso ai menù di gestione. L’i3 è dotato di comandi vocali e di uno zoom automatico. Costa 389 euro e nel kit base è inclusa anche la memory card da 256 Mbyte con la cartografia dell’Italia. Nella fascia medio alta c’è Nüvi che non si limita a svolgere le funzioni di navigatore, ma offre anche la possibilità di vedere foto digitali, di sfruttare un traduttore o di farsi leggere un audiolibro. Basta toccare lo schermo da 7,1x5,3 cm per attivare numerose funzioni e vedere la cartografia in 2D o 3D, cioè con la vista dall’alto. Oltre alla versione base 300 (599 euro) con mappa nazionale precaricata, è disponibile anche la 350 (889 euro), dotata di ricevitore TMC (Traffic Message Channel) per modificare in tempo reale il tragitto stabilito in caso di informazioni sulle code diffuse dalle radio. Nüvi è già predisposto per caricare anche le posizioni degli Autovelox o di altri punti di interesse (il programma può essere scaricato sul sito www.garmin.com). Tanto compatto da poter stare nel taschino, il Quest2 misura 114x55,9x22,9 mm, ha un display molto luminoso ed è dotato di una memory card con la cartografia stradale d'Europa precaricata. Il Quest2 (779 euro) è impermeabile fino a un metro di profondità e per trenta minuti.