Garris e Gallinari prolungano la sfida tra l’Armani e la Virtus

L’americano con 33 punti e il giovane italiano protagonisti E domani c’è Siena-Roma

Il saggio e il talento. Kiwaine Garris (33 punti) e Gengis Gallinari: nel finale a fruste alzate, i colpi decisivi di questo diciottenne straordinario portano Milano fuori dalla palude, pareggiano la serie per l'Armani che ora respira, dimostrando che quando ha le spalle al muro sa sempre come reagire. Certo la Virtus ha sprecato tanto, anche l'ultimo attacco con quel Travis Best che dovrebbe essere il suo uomo d'ordine, ma si è visto soltanto in due tiri da tre e per il resto è stato carta velina, come tutti gli uomini che tamponavano sul profeta Garris, come Di Bella o Vukcevic, una fonte arida di gioco.
L'Armani, senza Bulleri, con rotazioni ridotte, rende meglio anche se poi spreca vantaggi come quelli di ieri che sembravano definitivi, 10 punti nel secondo quarto, 8 nel terzo. Djordjevic è stato paziente con la gioventù del Gallo d'oro, lo ha aspettato e ne ha avuto il premio mentre la Virtus pagava tutte le contraddizioni in una partita lunga senza lunghi decenti, noiosa, dove si camminava e non si correva mai, dove i 58 tiri liberi hanno frenato ancora di più attacchi monocordi, prevedibili contro difese che fingevano soltanto di essere aggressive, di saper aiutare. Poche palle perse, è vero, ma per il resto tutto o quasi inguardabile salvo l'inizio di Giovannoni e qualche sprazzo di Drejer che, però, è mancato quando servivano, eufemisticamente i garroni.
Milano, come Siena, riconquista il servizio nella notte in cui Pesaro, precipitata in serie B dopo essere finita in mani sbagliate, ritrova la serie A1 vincendo la quarta partita di Pavia pur senza utilizzare l'infortunato Myers, ma scoprendo Montonati e trovando, finalmente, White. Siamo felici per Valter Scavolini che, anche non avendo più responsabilità in società, ha dato il proprio appoggio a una nuova dirigenza che ieri sera ha finalmente festeggiato dopo una stagione difficile.
Tornando alle semifinale per lo scudetto si riparte domani da Siena (1-1 con Roma) e mercoledì ci sarà la terza al Forum fra Virtus e Armani.