Per Garrone e Galliani verdetto rinviato

Verdetto rinviato per il presidente della Sampdoria Riccardo Garrone , il direttore generale Beppe Marotta e il vice presidente del Milan, Adriano Galliani. Il giudice Lucia Vignale avrebbe dovuto decidere ieri sull’istanza di rinvio a giudizio per «doping amministrativo» avanzata dal procuratore aggiunto Franco Cozzi e dal pm Terrile (un procedimento analogo è in corso a carico dei dirigenti del Genoa). Alle 15,30 il giudice ha comunicato di non aver emesso sentenza ma solo un’ordinanza, con cui chiede alla procura un supplemento di indagine per accertare con la consulenza di un esperto i valori reali dei due giocatori, da cui è scaturita la vicenda giudiziaria. Stagione 2002 - 2003: nei confronti di Galliani l’accusa è scaturita dalla presunta supervalutazione del calciatore nigeriano Kalu che sarebbe stato ceduto dalla Samp al Milan per due milioni di euro circa. La Samp avrebbe acquisito una partecipazione sullo stesso per un milione di euro e il diritto di avvalersi delle prestazioni del giocatore Luca Antonini. Il reato è falso in bilancio.