Garrone ringrazia: «Non io alla Lega»

Riccardo Garrone e Adriano Galliani, cioè l’affondo e la riposta. Ci starebbe a pennello anche la controreplica che, però, non c’è. Apparentemente. Perché tra le righe qualcosa si intuisce. Tutto nasce dall’assist di Enrico Mantovani che vedrebbe molto bene Garrone accomodato sulla poltrona più prestigiosa della Lega. Idea sfiziosa, soltanto quello. Perché il presidente ripete quel concetto. Giustissimo: «Lo ringrazio, ma rimango sempre della mia opinione: in quel ruolo ci deve essere una persona super partes, non il presidente in carica di una società. Cioè una sorta di amministratore delegato che abbia poteri operativi, come previsto anche dallo statuto della Lega». Un rifiuto netto, un altro invito indiretto a Galliani a dimettersi. Garrone rilancia, dunque. Tutto nel giorno delle finali della 22° edizione del Torneo Ravano Erg. Dove hanno trionfato il Castelletto A (tra i maschietti) e la Carducci (nel tabellone femminile). Complimenti, ovviamente.
Ma ieri è stata anche l’occasione per fare il punto di mercato. In mattinata è andato in scena un vertice tra Novellino, Marotta e Asmini. L’obiettivo è questo, tracciare le linee guida ma andare anche oltre. Sicuramente, sarà saltato fuori più di un nome. Il tecnico blucerchiato ha detto che arriverà un acquisto importante, ha annunciato rinforzi. Molto si snoderà sull’asse Genova–Palermo. Perché i rosanero guardano con interesse alla truppa blucerchiata. Però, Marotta, difficilmente, si priverà, in contemporanea, di due giocatori come Pisano e Palombo che rappresentano presente e futuro. Più facile che faccia le valigie il solo Pisano, in questo caso, arriverebbe dalla Sicilia il terzino sinistro Accardi più un robusto conguaglio. Ma si lavora anche per potenziare il reparto offensivo, si lavora anche su questa pista: confermare Emiliano Bonazzoli in maglia blucerchiata. Ieri c’è stata una visita medica di controllo. tutto ok. E dopo l’amichevole di oggi la Samp romperà le file.
Infine, una curiosità. L’attaccante del Messina Arturo Di Napoli ha spiegato, in una intervista, che gli piacerebbe giocare nella Samp. Sono consigli per gli acquisti anche questi o no?