Garrone: «Se incontro Grillo non lo saluto»

Garrone contro Grillo. Scoppia una rovente polemica tra il presidente della Sampdoria e azionista di riferimento di Erg ed il comico genovese, da tempo impegnato sui temi nell'inquinamento, che nei giorni scorsi ha dedicato la prima pagina del suo blog proprio all'industriale del petrolio facendo una dura requisitoria. «Mi ha dipinto come un mostro - replica il presidente della Sampdoria -, dando una presentazione distorta di un paradosso che io avevo utilizzato. Se lo incontro per strada non lo saluto».
La battutta che ha scatenato le ire del comico è stata una dichiarazione rilasciata da Riccardo Garrone che aveva detto, riguardo ad un progetto sviluppato dalla Erg in Sicilia: «Se non avessimo potuto risolvere certi problemi, se non avessimo potuto fare un impianto, avremmo dovuto buttare i residui delle lavorazioni nell'Etna». «Ora Grillo dice che per me i problemi si risolvono buttando le scorie nell'Etna - spiega - . È una mistificazione spaventosa. Ci sono norme severissime che noi seguiamo scrupolosamente. Come arrivare alla riduzione dei consumi petroliferi? Io comincerei a ridurre i consumi attraverso una legge che imponga agli ambientalisti più radicali di scaldarsi con la legna e di andare in bicicletta».
Una polemica che sembra riaccendersi quella tra i due visto che, come ha raccontato lo stesso Garrone, Beppe Grillo in passato se l'era già presa con l'industria genovese: «Due anni fa ha insultato pesantemente l'azienda durante il torneo calcistico Ravano - ricorda Garrone - : ha tolto la maglietta a un bambino perché c'era il logo della Erg».
Ma il presidente blucerchiato è anche tornato sulla chiusura dell'inchiesta napoletana da parte dei pm Beatrice e Narducci: «Non si tratta di una seconda calciopoli- commenta Garrone- ma di una vicenda che si è allargata. La speranza è che una calciopoli due non esca tra due anni, perché in quel momento dovremo chiudere baracca e burattini. Alla fine, pur con la straordinaria passione che hanno gli italiani per questo sport c'è il rischio che i tifosi si scoccino: in questo caso si chiuderebbe veramente il calcio».
Infine una nota di calcio giocato. La partita Sampdoria-Messina si giocherà al «Ferraris» sabato 21 aprile alle 18.