Garrone: «Tenere Cassano? Perché no?»

Cassano alla Sampdoria per altri tre anni? Il presidente blucerchiato Riccardo Garrone, che ieri al Mazda Palace ha premiato i bimbi del settore giovanile della Sampdoria, non chiude la porta ad un acquisto del giocatore anche se giudica prematura la trattativa, dopo le parole d'amore del fantasista di Barivecchia alla squadra allenata da Mazzarri («Se mi dicessero di restare altri tre anni accetterei subito»): «Quello che ha detto Cassano - ha risposto Garrone - ci riempie d'orgoglio ma abbiamo ancora cinque mesi per valutare la situazione. Nella Sampdoria ci sono però regole e principi che vanno rispettati e che non si possono disattendere. È anche vero che si può avere una piccola flessibilità mentre i suoi valori tecnici e contrattuali sono comunque enormi. Vedremo». Quasi certo quindi che il giocatore verrà riscattato per 5,5 milioni di euro ma poi la società potrebbe anche decidere di cederlo all'Inter. Si vedrà.
Intanto Mazzarri per Natale, e in occasione dell'ultima gara a Marassi del 2007 (arriva la Fiorentina), vorrebbe regalare una vittoria ai supporter blucerchiati: «Comincio a conoscere i tifosi, l'ambiente - spiega l'allenatore blucerchiato - e so quello che chiede. Serve una squadra che non si arrenda mai, che può anche uscire sconfitta, ma a testa alta. E poi il nostro è un pubblico competente: sa valutare dove nasce un risultato negativo. Anche per questo vorrei salutare i nostri tifosi come si deve, e per scaramanzia non dico altro». Mazzarri si appresta ad affrontare la squadra in cui ha iniziato la carriera di calciatore: «Mi sento il blucerchiato addosso, il resto sono solo ricordi. Considerando le mille difficoltà affrontate, beh, sono soddisfatto. Le mie squadre, lo dimostrano le classifiche, nel girone di ritorno sono sempre andate meglio».