Con il gas 400 chilometri di autonomia

Al Salone tedesco il nuovo Ducato Natural Power si presenta in una delle configurazioni più classiche, Furgone Maxi Lastrato, passo medio, tetto alto con un volume di carico di 11,5 metri cubi. La doppia alimentazione metano-benzina, sempre più richiesta per le autovetture di Fiat, trova ora un’importante applicazione su un veicolo commerciale grazie al propulsore 3 litri che in modalità a metano sviluppa una potenza massima di 136 cv e fornisce una coppia massima di 350 Nm a 1.500 giro/minuto, valori che non intaccano le prestazioni, che sono di tutto rilievo: 153 orari di velocità massima e accelerazione da 0 a 100 in 13,9 secondi.
Non si è trattato di una semplice elaborazione ma dello sviluppo, portato avanti da Fiat Powertrain Technologies, di un propulsore in funzione dell’utilizzazione del metano che ha richiesto l’adozione di numerosi componenti specifici per assicurare affidabilità ed efficienza identiche sia con il gas naturale sia con la benzina. Con un consumo medio di 9,3 kg di metano per 100 km, nella versione esposta al Salone, il Ducato Natural Power ha un’autonomia di 400 km che gli consente di sfruttare il gas naturale come carburante principale, mentre alla benzina, stivata in un serbatoio da 15 litri, è assegnata la funzione «recovery», vale a dire la fornitura di un’autonomia di circa 100 km, più che sufficienti per raggiungere una delle sempre più diffuse stazioni di rifornimento, tradizionalmente concentrate nelle grandi città e sulle grandi arterie, i luoghi dove un veicolo come il Ducato viene prevalentemente utilizzato.
Le cinque bombole sono alloggiate sotto il pavimento, una soluzione che permette di conservare la totale fruibilità del vano di carico, e sono suddivise in due gruppi: uno di due bombole da 50 litri (8,5 kg) e uno di tre bombole da 40 litri (6,8 kg) per un totale di 220 litri. Immagazzinato nelle bombole a una pressione di 200 bar a 15° C, il gas metano fluisce in un’apposita tubazione fino al riduttore/regolatore di pressione che alimenta i 4 iniettori a bassa pressione montati sulla testa dei cilindri e azionati dalla specifica centralina elettronica che, qualora rilevi l’esaurimento del metano, gestisce automaticamente il passaggio all'alimentazione a benzina, uno switch impercettibile da parte del guidatore. Nella scia del Ducato Np si colloca il Fiorino Combi Natural Power, per adesso soltanto un prototipo esposto ad Hannover, che ha un’autonomia, benzina più metano, di ben 900 km, senza alterare la fruibilità del vano di carico.