Gas Natural-Endesa Via libera alle nozze

«L’operazione non è suscettibile di determinare alcuna sovrapposizione orizzontale tra le attività delle parti, essendo Endesa presente nei mercati nazionali dell’energia elettrica e Gas Natural solo in quelli del gas naturale, dove opera in posizione del tutto marginale». È quanto si legge nella delibera dell’Antitrust italiana in merito all’Opa che il gruppo Gas Natural ha intenzione di lanciare su Endesa. Secondo l’autorità italiana, gli effetti dell’operazione derivanti dall’utilizzo del gas naturale per la generazione elettrica e connessi all’integrazione tra le due società - l’una attiva nel mercato italiano del gas (Gas Natural) e l’altra proprietaria di alcune centrali a gas in Italia - la concentrazione non appare idonea a creare significativi effetti restrittivi della concorrenza in ambito nazionale in ragione delle quote detenute da Endesa nel mercato all’ingrosso dell’energia elettrica in Italia. Di parere diverso l’Antitrust spagnolo (Tdc) che la settimana scorsa ha espresso un parere negativo nei confronti dell’operazione: un’eventuale fusione fra Gas Natural ed Endesa avrebbe seri effetti sulla concorrenza in Spagna e scoraggerebbe gli investimenti su un mercato dell’energia che «già soffre di un basso livello di concorrenza».