«Gas, situazione ancora difficile»

da Milano

«Ci aspettiamo che la situazione del gas in questo inverno non sarà molto diversa da quella dell'anno scorso», ha detto ieri Umberto Quadrino, amministratore delegato di Edison nel corso della conference call sui dati trimestrali che vedono il gruppo di Foro Buonaparte chiudere i primi nove mesi dell'anno con un risultato netto a 531 milioni di euro, in crescita del 54,8% rispetto ai 343 milioni dei primi nove mesi del 2005 con il titolo che ha reagito salendo ai massimi. Quadrino ha però ricordato due vantaggi rispetto allo scorso inverno: «Il governo e l'Authority si sono mossi per tempo - ha detto - e il clima è finora stato più caldo». «In ogni caso - ha aggiunto - fino al 2008 quando entrerà in vigore il rigassificatore di Rovigo e il potenziamento dei gasdotti Ttpc e Tag la situazione rimarrà con pochi margini di manovra». Quadrino ha anche aggiornato il quadro dei lavori sul gasdotto Igi che collegherà l'Italia all'Azerbaijan attraverso Grecia e Turchia. «Fra Italia e Grecia - ha spiegato - i lavori potrebbero iniziare nel 2008 per essere completati nel 2010-2011». E comunque, ha aggiunto, «il tratto tra Azerbaijan e Turchia è già stato completato e quello tra Grecia e Turchia è all'80%».