Gasolio a 1,31 euro È ancora record

Carburanti inarrestabili, con la benzina salita del 2% in un mese e il gasolio del 3%, tanto che ieri ha superato l’ultimo record, a 1,31 euro al litro. Aumenti a due cifre per ortaggi, pane e burro. Rincari vicini al 10% anche per tassa sui rifiuti, biglietti ferroviari e persino partite di calcio. Sono molti i prezzi «caldi» con cui le famiglie italiane hanno dovuto fare i conti nell’ultimo mese, solo parzialmente controbilanciati dai risultati positivi ottenuti nei settori toccati dalle liberalizzazioni, che, dalle medicine agli aerei, hanno invece contenuto l’inflazione. A fotografare rialzi e ribassi dei prezzi, stilando la classifica dei più caldi e più freddi, è la Newsletter del ministero dello Sviluppo economico, che ogni mese mette a disposizione dati e analisi raccolti nell’Osservatorio prezzi e tariffe, sottolineando peraltro che, nonostante l’incertezza del contesto economico, il clima di fiducia dei consumatori è a novembre in recupero.