Gasp salva Gasp, Leon ruggisce e il Genoa vola al terzo posto

Senza Gasp, nel senso di Gasparetto, non c’è Genoa. Poi, fortunatamente, Gasp, nel senso di Gasperini, ci ripensa. E, nel secondo tempo, ne esce un Grifone da «Gasp!». Nel senso dell’esclamazione disneyana e fumettistica che esprime stupore di fronte a qualcosa di grande. Per l’appunto, il Genoa dal quarantaseiesimo in poi.
Genoa-Brescia, la partita che riporta i rossoblù al terzo posto solitario in classifica, sta tutta qui, nel passaggio fra i tre Gasp. Eccola anche tradotta in numeri e pagelle, con le solite avvertenze: i voti vanno dallo 0 al 10. (...)