Gasperini: «Abbiamo grandi stimoli»

(...) L’argentino se supererà i problemi fisici, e appare lanciatissimo in questo senso, potrebbe essere la sorpresa più grossa del Grifo. Peraltro il presidente Enrico Preziosi, se è vero che dice «avanti a fari spenti anche perché durante il mercato tutti pensano di aver fatto le squadre più forti», non si pone limiti confermando la trattativa avanzata per un difensore: Pratali e Rinaudo i nomi più gettonati, ma c’è pure il sogno che si chiama Chiellini, in rotta con la Juventus: «Stiamo lavorando per portare a casa un giocatore più che valido entro pochi giorni. Credo che siamo già competitivi così, ma stiamo cercando di migliorare un gruppo comunque importante».
Preziosi è raggiante: «È una grande soddisfazione giocare in serie A e me la tengo dentro e me la godo, non vivo di rivincite o di riscatti». Discorso aperto anche per il ritorno di Criscito, anche se non è semplice. Probabile pure qualche partenza, Greco e Galeoto hanno le valigie pronte. Ieri è stato ufficializzato il passaggio di Barasso al Taranto.
Intanto il Genoa una certezza ce l’ha: la forza del gruppo, ovvero quella squadra che ha fatto 77 punti in B e che conosce a memoria gli schemi di Gasperini che ha già fatto capire che non cambierà filosofia: ritmo, velocità e tanto coraggio anche in una categoria che si preannuncia difficilissima: «Partiamo con grandi stimoli – ha detto il tecnico – abbiamo già una bella squadra con cui possiamo fare bene. Certo, non potremo essere leader come è successo lo scorso anno ma credo che per ottenere una salvezza tranquilla possiamo dire la nostra». Gasperini interviene anche sul mercato: «Noto che i nostri acquisti sono stati un po’ ridimensionati e invece io sono soddisfatto perché siamo intervenuti dove c’era bisogno con intelligenza. A chi dice che giocatori come De Rosa e Milanetto non hanno il passo per questa serie A, dico che non sono d’accordo. Loro in A ci hanno già giocato e pure bene».
Si è chiusa la fase delle prelazioni per gli abbonati che ieri avevano superato le 14.000 unità. Da stamane alla biglietteria dello stadio parte la vendita libera con Preziosi che chiude così: «Date fiducia a questa società che negli ultimi tre anni ha vinto altrettanti campionati». La giornata è stata poi rattristata da una brutta notizia: l’improvvisa scomparsa di Sergio Blondet, fratello del dirigente rossoblù Gianni.