Gasperini immortalato nel Muretto

«Sei l'Ernest Hemingway del calcio italiano». Con queste parole Mario Berrino, inventore del celebre «Muretto d'Alassio» e pittore di fama internazionale, ha festeggiato la posa nel Muretto della piastrella del tecnico del Genoa Gianpiero Gasperini.
MURETTO. Non c'era il sole, ma la pioggia che però non ha rovinato quest'altro importante riconoscimento al lavoro dell'allenatore di Grugliasco. «Sono molto soddisfatto ed orgoglioso - ha spiegato il premiato - perché di solito gli allenatori finiscono al muro, invece personalmente mi è andata bene, perché mi hanno inserito sul Muretto. Scherzi a parte sono contento perché stiamo scrivendo una parte importante della storia del Genoa. Il quarto posto? Credo che sarebbe importante raggiungere già un piazzamento Uefa anche se ciò non vuol dire che non proveremo a conquistare l'accesso alla Champions League».
MOURINHO. Domani arriva l'Inter con tutte le inevitabili polemiche suscitate dalle dichiarazioni di Mourinho in settimana. «Credo che al di fuori della rudezza di alcune sue parole - commenta Gasperson - dobbiamo cercare di migliorare questo nostro ambiente. Credo che se un allenatore straniero che giunge da paesi con un certa cultura sportiva, arrivi a dichiarare certe cose dobbiamo provare a recuperare qualcosa di quello che ha espresso. Purtroppo alcune volte ho notato che tra gli addetti ai lavori ci sono degli schieramenti precostituiti e questo non va bene. Per questo sabato dobbiamo riportare l'attenzione solo sul calcio giocato per evitare di creare tensioni inutili ed al novantesimo riportare le cose sul giusto equilibrio».
INTER. Passando all'aspetto tecnico, per affrontare i campioni d'Italia Gasperini dimostra di avere le idee chiare: «Dovremmo giocare con molta serenità e spirito di sacrificio, applicandoci al meglio in ogni frangente della gara. Mi aspetto e credo che ci sarà un Ferraris tutto esaurito, anche se la sconfitta subita dai nostri avversari contro la Sampdoria in Coppa Italia non ci aiuterà di certo. Anzi, sono convinto che l'Inter verrà a giocarsi la partita pensando al campionato e non alla gara di mercoledì a Manchester. Contro i blucerchiati i neroazzurri hanno dimostrato lo stesso di avere giocatori di qualità, ma noi crediamo di poter vincere».
SQUADRA. Se Motta, ha recuperato lo stesso non si può dire per Vanden Borre sicuro assente sabato, mentre il capitano Marco Rossi lavorerà ancora a parte. Staccati in prevendita oltre ottomila biglietti.