Gasperini promuove il Genoa in ... fasce

Il primo allenamento dei rossoblù a Sestri Levante inizia con un sorriso: «A luglio siamo tutti forti», scherza Gian Piero Gasperini. Abbronzatura raccolta in Brasile e battuta pronta: «La Spagna ha copiato il nostro modulo? Ora non esageriamo». Però alla fine di cose serie ce ne sono. La prima: grandi motivazioni. Al terzo anno alla guida del suo Genoa il tecnico è pronto per un'altra grande stagione. Del resto, con questa squadra e con la pioggia di acquisti del presidente Enrico Preziosi diventa difficile nascondersi: «Sugli esterni siamo più forti, anche se abbiamo acquistato giocatori che vengono da un'annata non brillantissima. Attenzione a non sottovalutarli e mi riferisco a Gasbarroni, Mesto, Modesto, lo stesso Palladino». Però quando si parla del vice Borriello Gasperini si irrigidisce: «Io sono sempre stato molto preciso sull'argomento e ho sempre detto che sarà Figueroa. Purtroppo sento sempre qualche dubbio intorno a lui ma sono convinto che farà una grandissima stagione». Intanto Rino Foschi sta trattando il difensore centrale serbo, classe ’82, Marko Basa del Le Mans. Quotazione 7 milioni di euro. Su Foschi il mister punta molto: «Ho sempre lavorato bene con tutti. Certamente il Genoa non ha bisogno di altri acquisti normali perché numericamente siamo a posto. Se arriverà qualcuno sarà un giocatore di qualità, magari Foschi ci darà una mano con elementi importanti». Poi si parla degli obiettivi: «In primis la salvezza, qualcuno parla di Uefa ma vi ricordo che quest'anno la Uefa la gioca una squadra come il Milan». Borriello? «Magari alla prima partita segna tre gol e cambia tutto».
Nel frattempo a Bogliasco c'è la Sampdoria che continua con i test atletici e attende ancora la punta. Anche il presidente Riccardo Garrone lancia Pazzini: «Ha una sua logica è un giocatore bravo e soprattutto giovane, visto che la politica di quest'anno è quella di svecchiare la squadra». E a proposito di giovani piace anche Nicola Pozzi dell'Empoli, classe 1986. Il 17 febbraio in Napoli-Empoli, si infortuna gravemente nel momento di realizzare il secondo gol, riportando la rottura del legamento crociato del ginocchio destro e chiudendo così la propria stagione agonistica. Intanto per la quarta punta rispunta l'ipotesi di un ritorno di Cippo Cipriani.