Gasperini prova le due punte

Giampiero Gasperini si prepara alla sfida di Empoli dove non sono esclusi cambiamenti tattici. Il tecnico del Genoa, infatti, ieri ha provato in partitella la difesa a quattro, da una parte Masiello, De Rosa, Santos e Ghinassi, dall’altra Bega, Lucarelli, Bovo e un baby della Primavera. Esperimenti anche in attacco con la formazione delle pettorine bianche a due punte con Leon e Borriello, mentre l’altra squadra presentava il tridente composto da Figueroa, Sculli e Papa Waigo.
I prossimi due giorni saranno decisivi per comprendere quale sarà il volto che Gasperini vorrà dare al suo Genoa anche perché oltre a Di Vaio, la sua presenza domenica è da escludersi, si è fermato anche Fabiano che però è recuperabile.
Intanto Ivan Juric carica i compagni: «In un anno e mezzo abbiamo sbagliato una partita, quella di domenica scorsa col Siena. Siamo coscenti di aver fallito una grande opportuità per migliorare la classifica, ma abbiamo voglia di riscattarci immediatamente ad Empoli». Juric parla di uno spogliatoio a metà tra rabbia e delusione: «Ci siamo rimasti male, anche per le tante critiche ricevute, però bisogna reagire, Ad Empoli non dobbiamo più commettere certi errori giocando come sappiamo».
Allo stadio «Castellani» saranno oltre duemila i tifosi rossoblù. Che cercheranno di aiutare Rossi e compagni a superare questo momento particolarmente difficile.
Intanto sul piano del mercato, voci che secondo Gasperini disturbano il gruppo, c’è da segnalare che Di Vaio è stato nuovamente accostato alla Lazio insieme a Manuel Coppola che non è stato più impiegato da Gasperini.