Gasperini: «Se vinciamo, il Genoa è in fuga»

Luca Russo

«Se riuscissimo a vincere potremo dire che siamo davvero in vetta, che è fuga vera». Gian Piero Gasperini oltre che allenatore è un po' il trascinatore di questo Genoa e quando c'è da introdurre il match con il Cesena arriva subito al dunque. In palio ci sono molto di più dei tre punti c'è una leadership in ballo per un campionato ancora molto lungo, ma già abbastanza delineato. Il tecnico rossoblù arriva allo scontro diretto di oggi con più di un dubbio. Intanto Marco Rossi. Il punto fermo del suo Genoa si è fermato e in settimana ha saltato un allenamento e mezzo. Ieri pomeriggio a Pegli è stato un po' con i compagni poi ha corso a parte allertando Botta. «Vedremo all'ultimo - ha dichiarato il tecnico - è un giocatore importante». Già importante come avere una prima punta. Greco ha lanciato segnali importanti alla rifinitura partecipando alla partitella con i compagni. È così finito nella lista dei convocati smentendo un po' anche lo stesso Gasperini che prima dell'allenamento aveva dichiarato: «Sarà pronto la settimana prossima». E così il solito rebus della vigilia, quello dell'attacco, si è ampliato perché convocare Greco significa qualcosa di più che mandarlo in tribuna. A disposizione del tecnico di Grugliasco ci sono quattro soluzioni. Oltre a quella del ritorno di «Lupo» c'è quella che sembrava fino a giovedì la più probabile con la conferma del tridente di Brescia con il portoghese Tavares. L'alternativa si chiama Zeytulaev con Adailton centrale mentre la quarta via è rappresentata dall'impiego di Aurelio. Di fronte ci sarà un Cesena determinato senza il giovane Pellé, squalificato, ma con un Papa Waigo già autore di tre reti in campionato. Si affronteranno la squadra che non ha mai perso, quella romagnola. «Beh è chiaro che una delle due serie positive si interrompe. È una partita in cui incontriamo una squadra ostica che ha sempre la volontà di ribaltare il risultato - ha dichiarato Gasperini - Sa difendersi bene e ripartire in velocità con giocatori come Papa Waigo. L'anno scorso è arrivata ai play off ha mantenuto quell'ossatura e poi non dimentichiamoci che potrebbe essere prima con noi. Quindi occore la massima concentrazione». Sugli spalti si bisserà l'iniziativa Genoa for Children. Nella tribuna superiore settore cinque sono infatti attese alcune centinaia di tifosi in erba pronti a tifare Genoa. Infine una notizia di mercato che arriva dall'Argentina. Secondo il quotidiano la Nacion Figueroa potrebbe finire al Boca Junior nell'ambito dell'affare Forestieri.
Dalla società rossoblù è arrivata una secca smentita anche perché l'affare Forestieri è chiuso da tempo. GENOA (3-4-3): Barasso, Bega, De Rosa, Criscito, Rossi, Coppola, Milanetto, Fabiano, Adailton, Diogo Tavares, Sculli. All. Gasperini. CESENA (4-3-3):Turci, Biserni, Ficagna, Lauro, Sabato, Pagliuca, Pestrin, Salvetti, Papa Waigo, Virdis, Piccoli. All. Castori. ARBITRO Palanca di Roma.