Gatlin rilancia lo sprint americano

L’ultima palla di cannone dell’atletica ha la faccia tonda e il sorriso perforante di Justin Gatlin. Dopo aver vinto i 100 ai Giochi di Atene, quest’anno ha fatto doppietta ai mondiali di Helsinki, 100 e 200 metri. Prima di lui, ai mondiali c’era riuscito solo Maurice Greene. Biglietto da visita per entrare nella scia dei grandi sprinter made in Usa, nuova linfa per un movimento che fatica a trovare personaggi e campioni. Gatlin è l’uomo dalla marcia in più e dall’amore in corsa: Allyson Felix, un’altra che fila veloce e vince.