Gattò, l’allegra famiglia di Lizzie mette in tavola Napoli

Il punto di riferimento, non solo per Elisabetta Martinetti, per gli amici Lizzie, ma per tanti sognatori è Voyageurs du Monde, agenzia di viaggi di Parigi che nello stesso involucro racchiude pure un negozio di souvenir e un ristorante etnico.
Ripresasi dalla folgorazione parigina, tre anni fa Lizzie ha preso in prestito, al 10 di via Castel Morrone a Milano, il retro dell’agenzia viaggi di mamma, al secolo Elisabetta, e ne ha ricavato un ristorantino che ha battezzato Gattò, 02-70006870, per via del gateau napoletano che nel golfo è da tutti chiamato gattò (di patate).
La cuochina è stata brava a coinvolgere tutta la famiglia visto che le sue tre sorelle, Margherita, Angelica e Olivia curano il servizio e suo padre Mario il vino, una cinquantina di etichette tutte italiane e tutte autoctone. L’impronta dei piatti è campana e l’atmosfera rilassata e un po’ délabré piace, tanto che il successo del cibo ha spinto mamma a chiudere l’agenzia e ora nella prima sala si vendono vestiti e curiosità. I piatti? Gustosi, ricchi di ingredienti più che di perizia.