Il «gattone» Julio Cesar è una sicurezza

INTER
7,5 JULIO CESAR. Il gattone ritrova l’anima sul rigore. Va a pescar palla con la mano destra e un bel colpo d’occhio. Secondo rigore parato: non è un caso. Una sicurezza.
5,5 MAICON. Un po’ più affannato del solito nelle azioni d’attacco. A rischio in difesa.
7 BURDISSO. Quattro gol di testa in due partite: testina d’oro. Ma è un bel vedere anche in difesa.
6 MATERAZZI. Ogni tanto mostra i muscoli e tanto basta.
5 GROSSO. Campione del mondo dei dormiglioni difensivi. Mette a rischio la difesa: Konko se lo mangia. Un po’ più sveglio in avanti. Dal 13’ st SAMUEL 6,5. Gli serve poco per dimostrare che in difesa vale più di Grosso.
6 VIEIRA. Primo tempo nebuloso, ripresa più grintosa. Ammonito, salta la prossima partita.
6,5 CAMBIASSO. Torna anima e cuore del centrocampo. Compare dappertutto, soprattutto dove serve.
6 ZANETTI. Il motore aveva giri più bassi del solito.
6 STANKOVIC. Non è straripante: stavolta ci prova con la routine e qualche guizzo da pierino.
5 IBRAHIMOVIC. Tenta tutto e di tutto e sbaglia altrettanto. Sarebbe irritante, ma questa è la follia dei genialoidi.
7,5 CRESPO. Il gol vale il prezzo della partita. Gioca defilato nel primo tempo, poi segna e sono fuochi d’artificio. Dal 33’ st FIGO sv. L’ultimo guizzo poteva valere un rigore.
ALL. MANCINI 6,5. Ormai la squadra ha un’anima, lui cura i particolari e cerca di rendere la difesa meno fragile.
SIENA
5 MANNINGER. Deve sentirsi molto nudo.
5 NEGRO. Lascia passare con beata indifferenza.
5,5 PORTANOVA. Ogni tanto finisce allo spiedo.
4,5 GASTALDELLO. Immancabile l’errore sulle reti. Dal 22’ st CANDELA 5. Pensionabile.
6 MOLINARO. Si propone molto. Comunque riesce a mettere in difficoltà Maicon.
6,5 KONKO. Trova Grosso ed è una pacchia. Quando glielo tolgono di mezzo la vita si fa più dura.
6 CODREA. Cerca di porre argine a quel mare di guai che è il centrocampo.
5 BREVI. Volonteroso, ma non segue Burdisso sul primo gol. Una disattenzione pagata a caro prezzo.
6 ANTONINI. Mette i brividi a Maicon, inganna l’arbitro sul rigore: sviene letteralmente come vede l’area.
5,5 LOCATELLI. Qualche guizzo, ma poca sostanza. Dal 33’ st CHIESA sv.
4,5 FRICK. Sbaglia il rigore ed è già una condanna. Carroarmato senza cingoli.
ALL. BERETTA 5. Squadra fragile.
ARBITRO: DE MARCO 4,5. Vede male rigore ed anche altro. Se questo è il nuovo che avanza...
(RiSi)