Gattuso meritava almeno il giallo Rigore su Nedved

La sfida tra Milan e Juventus si apre con un tackle deciso di Gattuso su Thuram. L’arbitro Bertini lo considera regolare e questo suo atteggiamento troppo permissivo rappresenterà la costante di tutta la partita. In questo ambiente gladiatorio si trova a meraviglia Gattuso che però, in evidente trance agonistica, esagera nelle entrate: duro su tutti e altamente polemico allorché Bertini lo coglie in fallo. Il fischietto di Arezzo gli evita l’ammonizione al 43’: Gattuso (terzo intervento consecutivo al limite) entra a piedi uniti su Nedved e qui il giallo ci stava tutto (come quello dato prima a Vieira su Kakà). In precedenza s’era visto Gattuso tirare leggermente i capelli a Nedved (non è una carezza) che allunga il braccio destro per reagire: fatto non visto dall’arbitro, comunque non da prova tv. Sul gol di Kakà, Inzaghi non è in offside: è in linea con Cannavaro. A inizio ripresa, Chiellini e Inzaghi si strattonano, poi il rossonero tira un pugno all’avversario: prova tv. Al 6’ Stam travolge Nedved: rigore non concesso. Al 20’ contatto Mutu-Nesta che tentano di scalciarsi: ci stava il giallo per entrambi. Giuste le ammonizioni a Chiellini, Nesta, Thuram e Vieri.