Gattuso roccia Kakà inutile

OLIMPIQUE LIONE
7,5 COUPET Para tutto nel primo tempo, coi piedi più che con le mani, e anche in uscita pare un gatto.
6 CLERC Dal suo lato non si materializzano grandi pericoli.
7 CRIS Il talento c’è, il fisico pure, l’attenzione non manca: forse è da tenere sotto osservazione.
6,5 CACAPA Regge la trincea con personalità cavando dal fisico le migliori risorse.
6 ABIDAL È anche lui un bel mandingo e prende di mira le caviglie rossonere.
6 TIAGO Vince pochi duelli e si lascia imbottigliare invece di liberarsi al tiro come sa fare più avanti.
6 DIARRA Superato lo sconcerto, si attrezza per migliorare la resa sua e del centrocampo.
5 PEDRETTI Non è Juninho e si vede ma si esercita egualmente da ogni distanza. Dal 24’ st CLEMENT sv.
5,5 WILTORD A destra non sfonda allora prova dall’altra parte per trovare spazio.
5 CAREW Nesta gli applica le ganasce e lui non riesce a partire mai.
5 FRED (dal 18’ st).

6 MALOUDA È una spina nel fianco, veloce e temibile ma resta lontano dalla porta.
6 All. HOULLIER Nell’intervallo corregge gli errori e le posizioni.
MILAN
6 DIDA Sulle palle a spiovere tradisce qualche incertezza, in porta mostra maggiore sicurezza rispetto ad altre serate.
6,5 COSTACURTA Per un’ora è degno della fama e del passato. Si prende un giallo per azzerare un rischio.
6 MALDINI (dal 16’ st).

7 NESTA Nei rilanci è un disastro, ne sbaglia almeno 5 di fila. Nelle chiusure invece si lascia ammirare, anche se deve sbattere sugli spigoli di Carew.
7 KALADZE Parte lento come un diesel ma appena prende le misure, con l’arma dell’anticipo, vince duelli. Una sola dormita, nella ripresa.
7 SERGINHO Vigile e lucido nella fase difensiva diventa una specie di bussola salvando un paio di complicazioni nella ripresa.
7,5 GATTUSO È un mostro di generosità e di corsa, pare tiramolla sempre in piedi nonostante provino a stenderlo in tutte le maniere.
6 PIRLO Per un tempo si sottrae al pressing, più tardi mostra la corda sul piano fisico e certi fraseggi non sono così chirurgici. Dal 40’ st Vogel sv.
6,5 SEEDORF Se decide di fare la guerra, invece che di usare il fioretto, non riesce a rendere per il suo noto talento balistico e tecnico.
5 KAKÀ Serata di discutibile utilità. Tradito da una zolla non riesce mai a liberare la corsa e il dribbling neanche quando si allargano le maglie francesi.
6 SHEVCHENKO Trova un demonio di portiere che gli nega la gioia del gol in tutti i modi, nel primo tempo. Nella ripresa si vede meno al tiro.
5 GILARDINO Resta sempre a secco ma lotta come un campione di sumo per tenere palla.
5 INZAGHI (dal 16’ st).

6 All. ANCELOTTI Quando capisce che la benzina sta per finire, interviene coi cambi.
6,5 Arbitro PLAUTZ Preciso fino alla pignoleria.