«Gaucci? Ci voleva uno come lui»

Giovanni Porcella

Un passo avanti nel cantiere. Il Genoa vince il torneo dedicato a Franco Scoglio grazie al successo sul Messina con gol di Adailton su rigore e al pareggio con la Lucchese, e puo’ guardare al mercato con meno preoccupazioni.
Sorride Giampiero Gasperini. Il suo modulo comincia ad entrare nelle gambe e nella testa dei suoi giocatori. Si vede che il Genoa ha un’idea tattica ben precisa, anche se sul profilo della qualità serve qualcosa in più. Per questo Rivaldo e Botta hanno lasciato la squadra per accasarsi ad Avellino, mentre stanno per entrare in gruppo i brasiliani Angelo e Fabiano in attesa dell’arrivo di Longo, il centrocampista che sarà l’alternativa a Milanetto, e del difensore Nicola Legrottaglie 30 anni un passato recente alla Juve fino al giro della Nazionale. Con le valigie pronte pure Rimoldi, Rios e Nieto, gli argentini sono tagliati da Gasperini, a cui potrebbe aggiungersi Aurelio che a Lucca non ha convinto. Sempre in entrata piace l’attaccante Sculli, giocatore lanciato da Gasperini nella primavera della Juventus mentre è a buon punto la trattativa per l’ingaggio dell’attaccante uzbeko Ilya Zeytualev 22 anni in prestito l’anno scorso alla Reggina, am di proprietà della Juventus.
Insomma il presidente Enrico Preziosi è di nuovo scatenato sul mercato. Non vuole lasciare nulla d’intentato e vuole fare in fretta perché la stagione ufficiale è alle porte con la Coppa Italia. Gasperini sorride: aspetta rinforzi e benedice in particolare un arrivo: «Sono contento che nel Genoa lavori Alessandro Gaucci. Ci voleva uno come lui».
L’allenatore è però ancora più soddisfatto per i progressi della squadra di cui dispone: «Anche a Vicenza nel primo triangolare, anche se i risultati non erano stati positivi, avevamo fatto buone cose. A Lucca abbiamo vinto un torneo a cui tenevamo tutti molto perché dedicato ad un personaggio che a Genova ha lasciato il segno, e di questo siamo contenti, ma i miglioramenti messi in mostra ci danno la spinta a lavorare ancora con più intensità. Siamo sulla strada buona, anche se sappiamo tutti che in questa fase dovevamo fare degli esperimenti per poi tirare le somme». Ci sono già promossi e bocciati. Un’altra piccola rivoluzione d’agosto perché dopo al Coppa Italia con lo Spezia ed eventualmente la Fiorentina subito a Marassi, si comincerà col campionato. E a quella data di settembre Gasperini vorrà avere a disposizione una rosa definita e competitiva. Domenica a San Remo altra amichevole alle ore 17.