Gay corre da record nei 100: 9’’76 ma è beffato da un refolo di vento

da New York

Tyson Gay ce l’aveva fatta, ma un refolo di vento in più gli ha lasciato soltanto l’illusione del record del mondo dei 100 metri: 9”76 al Reebok Grand Prix di New York, un centesimo in meno del 9”77 di Asafa Powell. Il ventiquattrenne velocista di Lexington ha battuto Darrick Atkins (9”83) e Shawn Crawford (9”96), gara velocissima ma agevolata da un vento che spirava a 2,2 metri al secondo, mentre il limite consentito è di due metri al secondo. Gay era già uno degli uomini più veloci del mondo avendo corso nel 2006 i 100 m. in 9”84, quinto tempo all time, secondo dell’anno passato, ed essendo ugualmente forte nei 200 m. Due settimane fa aveva corso in 9”79, ma con vento che spirava a 2,5 metri al secondo. «Ato Boldon mi ha detto che potrei correre in 9”74», ha detto lui dopo la gara. «Per ora penso a vincere, il tempo verrà. Non cerco una rivalità con Powell: lui è il recordman mondiale e merita rispetto. Non può esserci rivalità, almeno finché non batterò il suo record e non lo batterò in gara».
Nello stesso meeting il cinese Liu Xiang, recordman del mondo dei 110 ostacoli, ha corso e vinto contro Terrence Trammell: 12”92 e 12”95 i tempi. Wallace Spearmon ha vinto i 200: 19”82 contro 19”89 del giamaicano Usain Bolt.