Gay, lesbiche e trans ritornano in piazza

Al via la manifestazione che prosegue fino al 9 luglio, giorno della sfilata

Michela Giachetta

Vogliono una legge che condanni qualsiasi forma di discriminazione sessuale e che sancisca parità di diritti in tutti i campi della vita sociale. E la chiedono alle istituzioni cittadine. Soprattutto per questo gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, ma anche eterosessuali, con il «Roma pride 2005», torneranno nelle piazze da oggi fino al 9 luglio. L’evento sarà anche l’occasione per celebrare la giornata mondiale dell’orgoglio Glbt (Gay-lesbiche-bisessuali-trans). Si comincia oggi con la manifestazione «Te la do io la patente»: il titolo nasce da un episodio di cronaca avvenuto a Catania, città in cui a un ragazzo è stata ritirata la patente perché omosessuale (la decisione è stata poi sospesa dal Tar a cui il giovane ha presentato ricorso). Per ricordare quanto è accaduto in Sicilia la comunità Glbt restituirà al ministro dei Trasporti una patente con il timbro «Ritirata: omosessuale». L’appuntamento è alle 12 in piazza della Croce Rossa. Alle 17 sarà inaugurata al castello ducale di Fiano Romano la mostra documentale fotografica «Scopri le differenze» sui 30 anni di movimento gay, lesbico e bisessuale, che andrà avanti fino al 6 luglio. «L’obiettivo della rassegna - dichiarano gli organizzatori - è quello di promuovere la valorizzazione delle differenze in ambienti che sono generalmente più chiusi nei confronti delle diversità, città di piccole dimensioni, come può essere Fiano Romano, dove la paura del giudizio degli altri comporta maggiori difficoltà di coabitazione». Rimanendo in argomento alle 18, invece, vi sarà un incontro - dibattito «Triangolo rosa»: si parlerà di uomini e donne omosessuali durante il fascismo in Italia.
E poi ancora presentazione e reading di libri, ma anche «omaggi letterari». Il 7 luglio, infatti, dalle 18 alle 20 presso la sede dell’Arcigay, in via Goito 35/b, una ventina di titoli fra romanzi, saggistica e poesia saranno a disposizione di coloro che andranno in associazione. Si tratta di volumi nuovi di cultura glbt e non regolarmente in commercio.
Si proseguirà fino a sabato 9 luglio, quando il Roma Pride 2005 si concluderà con una manifestazione contro le discriminazioni di ogni genere, che prenderà il via alle 16 da piazza della Repubblica.
Altri articoli