Gay pride, in corteo pensando a Londra

Una striscia nera coprirà oggi le bandiere arcobaleno del Gay Pride, che si riverseranno in città in occasione del corteo, che partirà da piazza della Repubblica fino alla Bocca della Verità. Quella che doveva essere una parata allegramente provocatoria cambia toni con i partecipanti sui carri che esporranno il lutto al braccio e un momento di silenzio, bandiere ammainate, tutti col pensiero rivolto verso le vittime degli attentati di Londra. Diverso il tono della manifestazione, non cambiano, però, gli obiettivi: dire basta ancora una volta, a voce alta, alle discriminazioni, sessuali ma non solo.
Le 50mila persone previste dagli organizzatori scenderanno in piazza per dire no alla cultura del razzismo e dell’intolleranza. I protagonisti del corteo, dunque, non saranno soltanto uomini e donne che chiedono il riconoscimento civile della loro unione. Ma anche tutti coloro che desiderano una società senza violenza e odio.