Gay Village, al Parco del Ninfeo il divertimento è per tutti

Straordinaria normalità. Torna l’appuntamento con il Gay Village, quest’anno ospitato dal Parco del Ninfeo, all’Eur. Dal 26 giugno al 20 settembre tre mesi di musica, cinema, teatro e soprattutto divertimento. L’ingresso al villaggio sarà gratuito fino alle 21,30, mentre costerà dai 7 ai 13 euro dopo quell’ora. Il grande party di lancio anticiperà di qualche giorno l’apertura ufficiale: sabato 21 giugno, infatti, il celebre dj inglese Elliot J. Brown animerà la serata dello Spazio Novecento in piazza Guglielmo Marconi. Anche la notte del 26 giugno avrà due intrattenitori d’eccezione, perfetti per dare il via in grande stile alla manifestazione. Alla consolle ci saranno Boosta e Samuel dei Subsonica, in una delle loro frequenti escursioni nel mondo dei dj. «Il Parco del Ninfeo ci piace molto - spiega l’organizzatrice Imma Battaglia - perché è strutturato su un solo livello e permetterà a tutti di accedere agevolmente, rendendo anche più facile la contaminazione tra i vari spazi del villaggio. L’edizione 2008 è legata a una novità radicale e mi riferisco naturalmente al cambio di amministrazione comunale. Il sindaco Gianni Alemanno ha approvato la manifestazione e speriamo di averlo ospite per la serata inaugurale, mentre già sappiamo con certezza che parteciperà l’assessore alla cultura Umberto Croppi. Come è noto, il Comune è in una situazione finanziaria piuttosto difficile, quindi probabilmente non riceveremo il finanziamento di 50mila euro, ma per noi è più importante far parte del cartellone ufficiale dell’Estate Romana che avere il contributo economico». Tra gli eventi di rilievo del Gay Village 2008, i tributi alla grande cantante Giuni Russo e allo stilista Yves Saint Laurent, recentemente scomparso; il ritorno dell’attrice Dodi Conti con lo spettacolo «Bevabbè» (17 luglio); la prima edizione italiana del «Drag King Festival» (dal 10 al 12 luglio), che vedrà l’esibizione di donne travestite da uomini e sarà arricchita dalla presenza di Sabrina Impacciatore, ospite della serata finale. Ma sono tanti gli spettacoli in cartellone: il 3 luglio sarà sul palco Alessandro Fullin, il 31 ci sarà il «Recital da poche idee ma molto confuse» di Cinzia Leone; poi Gennaro Cosmo Parlato (7 agosto), Vladimir Luxuria con lo spettacolo «Stasera ve le canto» (21 agosto), le Sorelle Marinetti con «Non ce ne importa niente», opera leggera basata sulle canzonette Eiar degli anni Trenta, tutte eseguite a tre voci (11 settembre). Non mancherà la rassegna cinematografica, curata da Armilla Eventi in collaborazione con vari film-festival. In programma, come di consueto, numerosi film di difficile reperibilità. Naturalmente ci sarà spazio anche per la ristorazione di qualità, affidata ad Anna e Orietta de «Il Corallo».