Gazprom finisce nel mirino di Bruxelles

Il commissario Ue per l’Antitrust, Neelie Kroes, ha detto che il gigante russo del gas Gazprom dovrà vendere gli impianti di distribuzione in Europa orientale qualora venisse approvato un piano di riforme energetiche. Secondo il piano, reso noto nel gennaio di quest’anno, l’Ue obbligherà la compagnie energetiche a separare la produzione dalla distribuzione in modo da incrementare la concorrenza. «Questo si applicherebbe anche a Gazprom: non possono ricoprire due ruoli», ha detto Kroes: «Gazprom non può possedere la rete di distribuzione di Paesi che essa rifornisce di gas. Le due attività devono essere separate».