Gb, anche le figlie femmine saranno regineE i sovrani potranno sposare un cattolico

Riuniti in Australia i quindici paesi membri del Commonwealth hanno approvato le modifiche delle regole di successione al trono britannico. Finisce la supremazia dei maschi. Il cambiamento epocale vedrà la luce prima delle prossime elezioni politiche

Londra - La "legge salica" prevede che le figlie femmine non possano ereditare. Fu promulgata in Francia, quando la linea diretta dei Capeti si interruppe e i Valois furono chiamati al trono, perché le leggi dei Franchi escludevano le donne dalla successione alla "terra salica" (con cui si indicavano la terra e il patrimonio della casa). Ne sono scaturite dispute secolari, con l'esclusione della discendenza femminile in molte case regnanti. 

Ora, nel terzo millennio, le cose cambiano per i 15 paesi membri del Commonwealth a cui fa capo la Regina Elisabetta d’Inghilterra. Riuniti in Australia hanno approvato le modifiche delle regole di successione al trono britannico. In questo modo - ha spiegato il premier britannico David Cameron - finirà la supremazia dei maschi pee l'accesso alla corona. E anche le primogenite femmine potranno diventare sovrane, senz alcuna limitazione di sorta. Tutti, ovviamente, pensano già ai futuri figli di Kate e William.

Le modifiche alle regole dinastiche consentiranno all’erede al trono di sposare anche un cattolico, senza per questo motivo dover rinunciare alla corona (misura sino ad ora necessaria perché il re è anche capo della Chiesa anglicana). Spetterà a Cameron introdurre le nuove leggi. Il cambiamento, per certi versi epocale, vedrà la luce prima delle prossime elezioni: così potranno essere applicate ai figli del duca e della duchessa di Cambridge.