Gb, il principe Harry non andrà in Irak

Niente da fare per il figlio di Carlo d'Inghilterra. Non andrà in Irak con i marines britannici: troppi rischi. Harry si dice "molto deluso"

Londra - Il principe Harry non andrà in Iraq assieme al suo reggimento. Lo ha annunciato il generale Richard Dannatt, capo dello stato maggiore dell’esercito britannico. "Mi rendo conto che il principe sarà terribilmente deluso", ha affermato il generale. Il capo di stato maggiore dell'esercito aveva deciso il 30 aprile, dopo mesi di esitazione, che il secondogenito di Carlo e Diana sarebbe stato spedito in Iraq. Oggi il generale ha spiegato che è ritornato sui suoi passi alla luce di una serie di "specifiche minacce" di cui il ventiduenne Harry è stato bersaglio. Secondo lui la missione in Iraq esporrebbe il principe e i suoi commilitoni "a un rischio che considero inaccettabile". Un portavoce della famiglia reale ha indicato che Harry è "molto deluso", ma che non si congederà dalle forze armate.