Gb, ucciso e smembrato I diversi pezzi ritrovati a miglia di distanza: giallo

La polizia inglese alle prese con un caso "impossibile": ritrovati prima una gamba e un piede sinistro, poi un braccio, quindi una testa. La vittima è un uomo. Ma gli investigatori non riescono a scoprire nulla

Londra - Una testa mozzata, una gamba e un braccio. Tre ritrovamenti diversi, in momenti diversi, a decine di miglia di distanza l'uno dall'altro. Oggi la polizia ha confermato che le parti di corpo umano ritrovate appartengono alla stessa persona. L’enigma è scoppiato il 22 marzo, con il ritrovamento di una gamba e piede sinistro in un campo vicino a Cottered, nella contea dell’Hertfordshire. Dopo una settimana, domenica scorsa, è stato ritrovato un braccio a Wheathampstead, sempre nella stessa regione. Martedì l’ultima scoperta a Asfordby in Leicestershire, dove un contadino ha rinvenuto una testa.

Cadavere non identificabile La polizia ha dichiarato che il dna non corrisponde a quelli presenti nel loro database, quindi al momento non si riesce a identificare il corpo. Gli unici dettagli che sembrano chiari sono che la vittima era un uomo, la cui altezza sembra essere tra 168 e 178 cm, e il fatto che sembra soffrisse di una forma di eczema per cui alcune parti della caviglia hanno subito una depigmentazione. Non si è ancora sicuri sulla provenienza etnica che potrebbe essere bianca o asiatica. Ancora non si sa niente sulle dinamiche dell’omicidio, sulle cause della morte e la sequenza con cui le diverse parti del corpo sono state abbandonate per la campagna britannica.

Richiesta d'aiuto "Abbiamo fatto dei progressi rispetto alle scoperte iniziali - ha detto l’ispettore capo Michael Hanlon -, ma in questo momento è impossibile fare ipotesi su come sia avvenuto l’omicidio". Più di cento agenti sono stati assegnati al caso e la polizia ha divulgato numeri di telefono per chiunque possa avere informazioni.