Ge, accordo con Comcast per Nbc Nasce un colosso nella tv via cavo

TRATTATIVE La società Usa ha rilevato dalla francese Vivendi il 20% della rete televisiva che ancora non possedeva al prezzo di circa 6 miliardi di dollari

L’accordo con cui General Electric otterrà dalla francese Vivendi il pieno controllo di Nbc-Universal spiana la strada a una rivoluzione nel settore dei media. La mossa infatti è propedeutica alla prossima cessione di Nbc a Comcast, il maggior fornitore di servizi via cavo negli Usa. Ge pagherà a Vivendi 5,8 miliardi di dollari per acquistare il 20% di Nbc-Universal che ancora non possiede. Nbc-Universal è il risultato di una fusione del 2004, tra la Universal, allora di proprietà di Vivendi, e Nbc, controllata da Ge. Dell’operazione si era già parlato nei mesi scorsi e Ge cederà poi a Comcast il 51% di Nbc-Universal. Il prezzo è stimato a circa 30 miliardi di dollari. Ge manterrà il 49% sulla joint-venture, ma dovrebbe disinvestire gradualmente tutte le sue partecipazioni nel giro di qualche anno. L’accordo raggiunto con il gruppo francese allenta le tensioni sul bilancio di Vivendi, sotto pressione dopo l’acquisizione del 54% di Gvt per 4,2 miliardi di dollari. Nell’ambito dell’accordo con Ge, Vivendi ha ottenuto alcune concessioni: se l’accordo fra Ge e Comcast non si chiuderà entro la fine del 2010, Ge dovrà - secondo indiscrezioni - acquistare una quota in Vivendi per almeno 2 miliardi di dollari. La tempistica con cui Ge pagherà Vivendi è stata oggetto e ostacolo delle trattative, con i francesi preoccupati di assumersi il rischio che le autorità sospendano o blocchino l’accordo con Comcast.
Secondo alcuni esperti del settore, le autorità impiegheranno fra i sei mesi e un anno per esaminare ed approvare l’operazione. Ge vuole vendere Nbc a causa delle sue crescenti perdite, mentre Comcast la aggiungerà al suo portafoglio così da aumentare il controllo sui programmi televisivi e i film che passano attraverso il sistema via cavo.