La Gelmini: «Bravi gli studenti spazzini»

«Bravi questi ragazzi. Una smentita per tutti quelli che accusano le nuove generazioni di non avere valori. Una riprova che nelle nostre scuole non ci sono solo i bulli a fare notizia». È piaciuta al ministro Mariastella Gelmini l’iniziativa degli studenti del liceo classico Berchet di mettersi a disposizione della protezione civile per aiutare a liberare Napoli dai rifiuti. «È un modo concreto – continua – per esprimere grande solidarietà e allo stesso tempo vero senso civico. Questa è la scuola che insieme dobbiamo costruire. Mi auguro che il caso del Berchet serva da esempio anche per le altre scuole. Vorrei che sempre più frequentemente emergano queste testimonianze che oltretutto stanno a dimostrare che la scuola italiana non fa parlare di sé solo per le malefatte dei bulli». Proprio sul bullismo la Gelmini ha recentemente annunciato un impegno straordinario. «I controlli sono indispensabili – dice ancora il ministro – perché il rispetto della legalità deve essere assicurato. Ma se vogliamo arginare il fenomeno dobbiamo puntare sui ragazzi stessi, sul loro senso di responsabilità degli studenti. Quando leggo sui giornali episodi come quello dei liceali milanesi mi rendo conto che abbiamo molte speranze di riuscire a creare un clima di rapporti positivi, di impegno e di solidarietà. E questo mi pare l’antidoto più efficace allo stesso bullismo».