Gemina continua a correre

Piazza Affari è tra le Borse europee a chiudere con il segno negativo (meno 0,14% per l’indice Mibtel), a conferma di un appiattimento delle quotazioni delle blue chip, mentre per i settori marginali si è ancora alla ricerca di una stabilizzazione dei prezzi. Anche l’attività langue, con scambi di poco inferiori a 5,8 miliardi. Chiusure piatte per Fiat, sotto quota 18 euro, in modesto rafforzamento i telefonici, mentre di nuovo in calo Alitalia (meno 1,5%). Diffuse vendite tra i petroliferi, ma realizzate le utility. In generale rafforzamento i titoli bancari, con Banco popolare (più 2,5%) che sta risollevandosi dai minimi annuali; bene anche Ubi banca (più 2%) e Popolare Milano. Protagoniste della giornata le Tiscali dopo la presentazione del piano industriale, ma richieste anche Gemina (più 5,8%) in vista dell’esame delle richieste per la consociata Elilario.