Gemina dà 1,24 miliardi a Macquarie, Tatò lascia

da Milano

Il cda di Capitalia ha dato il via libera al prestito-ponte da 1,24 miliardi, erogato con Mediobanca, con cui Gemina acquisterà il 44,7% di Adr in mano agli australiani di Macquarie. Intanto l’ad Franco Tatò ha lasciato la guida di Gemina che dovrà varare l’aumento di capitale necessario a coprire l’operazione. Il tema sarà all’ordine del giorno del patto di sindacato e del cda della finanziaria che si terranno domani - seguiti da un consiglio della controllata Leonardo, che possiede il 51% di Adr - convocati per approvare la proposta di acquisto della quota Macquarie presentata informalmente nei giorni scorsi. Offerta a cui è seguita la richiesta di sospensione dalle contrattazioni ieri e giovedì dei titoli di Gemina a Piazza Affari e di Macquarie Airports a Sydney.