Gemina, a giorni patto e consiglio

da Milano

È attesa per la prossima settimana la convocazione di un consiglio di amministrazione di Gemina per discutere di un’offerta da proporre agli australiani di Macquarie allo scopo di rilevarne la quota in Adr.
L’appuntamento, secondo quanto riferiscono fonti finanziarie, potrebbe essere anticipato anche da una riunione del patto di sindacato della finanziaria milanese (cui partecipano Romiti, Clessidra, Sintonia della famiglia Benetton, Mediobanca, Fondiaria-Sai, Capitalia, gruppo Fassina).
La proposta, qualora approvata, potrebbe essere rivolta a Macquarie mentre è in corso la mediazione di Karl Mackie, l’esperto in adr (alternative dispute resolution) che indiscrezioni danno come l’avvocato individuato di comune accordo per cercare di risolvere lo stallo sorto sul piano industriale. Si tratterebbe, infatti, di un’offerta estranea alle procedure del patto parasociale che lega australiani e Gemina e che prevede, una volta terminata la fase mediazione, l’avvio di quella di asta al rilancio, la cosiddetta «asta del cowboy».
Nessun problema per il finanziamento dell’offerta - ci sarebbe già una fila di istituti pronti a sostenere Gemina, si lascia filtrare - e anche il patto, con l’eccezione dei Romiti, dovrebbe riuscire a compattarsi sulla proposta.