«Gemina-Leonardo fusione entro l’anno»

da Milano

Si compirà entro l’anno l’accorciamento della catena societaria che porta Gemina a controllare Aeroporti di Roma attraverso Leonardo. Alla finanziaria sono poi arrivate manifestazioni di interesse per entrare nel capitale degli scali romani. A dare i due annunci il presidente della finanziaria Guido Angiolini rispondendo alle domande degli azionisti durante l’assemblea.
Ieri i soci hanno approvato la delega a un aumento di capitale fino a un massimo di 1,25 miliardi per finanziare l’acquisto del 44,68% di Adr da Macquarie. Gemina controlla il 100% di Leonardo, che a sua volta, dopo l’acquisto della quota da Macquarie, detiene il 96% circa di Adr. L’operazione allo studio prevede la fusione di Gemina con Leonardo. Clessidra intanto ha confermato di essere interessata a rilevare una quota intorno al 10-15% di Adr, dopo la sua recente uscita da Investimenti e Infrastrutture, socio di riferimento di Gemina. Quanto all’importo dell’investimento Alessandro Grimaldi, consigliere di Gemina in rappresentanza di Clessidra, si è riferito al prezzo pagato a Macquarie.