Di Gemma milanese al Memoria

Viviana Persiani

Ancora un lunedì all’insegna del cabaret, ad Idroscalo in festa. Questa sera, alle 21.30, allo Spazio Tribune, si esibirà uno dei personaggi più amati del piccolo schermo: Franco Neri.
Prosegue Assaggi 2006, la rassegna degli spettacoli degli allievi della scuola di teatro di Teatri Possibili.
Questo il programma settimanale previsto al teatro Libero: oggi, ore 18.45 e ore 21, Don Ne’ in Bianco, un lavoro ispirato al Don Giovanni di Molière progettato sulla stravagante idea di immaginare un incontro tra le diverse donne del più famoso amante della storia. Un grande banchetto di nozze, invitate tutte le spose promesse di Don Giovanni.
Martedì 27, ore 21, Chi sbaglia pur’ all’urtime sempe se po’ salvà, un progetto che muove dalla sceneggiata napoletana, quella descritta da Eduardo De Filippo in Filomena Marturano.
Il 28, ore 21, Attori futuri (sti...mah...boh), una elaborazione ispirata ai testi dei giovani intellettuali che aderirono all’esperienza del futurismo.
Il 29, Barbera e champagne, che si ispira al cabaret dei primi del '900; il 30, I cannibali, racconto che prende le mosse dalla vera storia dell’italiano Roberto Succo.
La rassegna si svolge, in contemporanea, anche al Teatro Ariberto; il 29 alle ore 21, andrà in scena il già citato I cannibali, mentre il 30, è in cartellone Così fan tutte, lavoro che sottolinea l’importanza della voce come risorsa sostanziale dell’uomo, con conclusione l’1 luglio, con Mutazioni metropolitane, un'esperienza di teatro danza.
Non si ferma l’attività del Teatro della Memoria, che presenta anche questa settimana un cartellone fitto.
Si comincia domani sera, per la rassegna Cabaret, con Vieni avanti creativo, spettacolo con Il Gomitolo. Mercoledì, invece, al Memoria, arriva Walter Di Gemma con il suo spettacolo C’era una volta il milanese; Di Gemma presenta un testo che «ironizza sulla tv ma senza demonizzarla, offrendo un repertorio ricco di battute, di poesia e di contraddizioni». Il giorno successivo, la rassegna prosegue con lo spettacolo di cabaret, di e con Luca Maciacchini, Mi scusi, eh? mentre venerdì 30 toccherà a Lee, lu e l’alter, di e con Dania Colombo, Mario Neumaker e Gerardo Paganin. Sabato 1 e domenica 2 luglio, infine, il Memoria ospita, per la rassegna Canzone d’Autore, Koryubolario, con Fabio Koryu Calabrò e, alla chitarra, Sandro Di Pisa. «É un Recital di canzoni e letture dal Koryubolario di prossima pubblicazione, nello stile dissacratorio dell’artista bolognese. La chitarra di Sandro Di Pisa accompagna le esilaranti evoluzioni linguistiche di Fabio Koryu Calabrò».
Prosegue, all’ex Paolo Pini, la rassegna Da vicino nessuno è normale. Martedì, alle 21.45, è in calendario Milano, progetto a cura di Serena Sinigaglia, Nadia Fulco e Mattia Fabris; giovedì, invece, la Compagnia della Fortezza presenterà Il libro della vita, assolo per voce e anima con Mimoum El Barouni, regia di Armando Punzo.