General Electric punta sul solare

Il gruppo investirà 600 milioni di dollari entro il 2013 in nuove tecnologie fotovoltaiche

È di General Electric il pannello fotovoltaico più efficiente al mondo. Il modulo a film sottile «ultrapiatto» adottato da Ge è stato infatti certificato da un organismo indipendente americano, il National renewable energy laboratory (Nrel), attribuendogli un grado di efficienza pari al 12%, il livello più alto finora ottenibile per i moduli a film sottile basati sul tellururo di cadmio, la tecnologia solare più economica del settore.
Questo pannello, sottolinea Ge, è un passo importante per la crescita dell'efficienza dei moduli fotovoltaici. Un aumento dell'1% di efficienza, infatti, equivale a una diminuzione di circa il 10% dei costi di sistema. Il pannello sarà prodotto negli Usa, in un nuovo impianto di 400 mW, che supererà per dimensione ogni altro centro di produzione di moduli fotovoltaici del Paes. Una volta ultimata la fabbrica sarà in grado di produrre un numero di pannelli sufficiente per dare energia ogni anno a 80mila abitazioni. Queste ultime operazioni rientrano nel piano di investimenti di Ge, pari a 600 milioni di dollari, per lo sviluppo e commercializzazione della tecnologia fotovoltaica.