Il generale Castagnetti capo di Stato maggiore Ma D’Alema vota contro

Il generale Fabrizio Castagnetti è il nuovo Capo di stato maggiore dell’Esercito, ma la sua nomina ha spaccato il governo. I ministri degli Esteri e della Solidarietà sociale, Massimo D’Alema (Ds) e Paolo Ferrero (Rifondazione), hanno votato contro la designazione proposta dal collega Arturo Parisi, titolare della Difesa.
Castagnetti si insedierà il 14 settembre al posto del generale Filiberto Cecchi. Nato a Lugagnano Val d'Arda (Pc), 62 anni, laureato in Scienze Strategiche, sposato con due figli, Castagnetti è stato sottocapo di Stato maggiore della Difesa dal marzo 2004 al 12 luglio 2005, quando è passato al Comando operativo di vertice interforze (Coi). Ha comandato il Distretto militare di Roma, la brigata corazzata «Pinerolo» e il Nato Rapid Deployable Corps Italy. È stato osservatore militare Onu in Medio Oriente e addetto militare negli Stati Uniti.