Il generale Franco Ferri: "E' la fine di un incubo"

Roma - "È la fine di un incubo. Finalmente la mia onestà è stata riconosciuta definitivamente". Sono le prime parole con le quali il generale Franco Ferri, assolto definitivamente oggi dalla Cassazione e dall'accusa di alto tradimento in relazione alla tragedia di Ustica, ha accolto la decisione di piazza Cavour. Secondo il suo difensore Enzo Musco questa sentenza dimostra che: "I generali finalmente hanno trovato il loro giudice a Berlino. In questo modo si chiudono tutte le manovre politiche". Quanto al fatto che la decisione della Cassazione impedisce ai famigliari delle vittime di chiedere in sede civile un risarcimento danni, il difensore del generale assolto dice: "Questo era un processo che nemmeno doveva essere celebrato. Per le vittime, infatti, tutto era già finito nel '90".