Generali accelera

Dopo l’apatia mostrata da Piazza Affari nei giorni scorsi, l’improvviso risveglio di ieri - in parte dovuto al miglioramento delle Borse mondiali - ha tratto lo spunto dalle possibili evoluzioni del caso Telecom, mentre si sta riaccendendo il risiko bancario. Gli indici ufficiali sono migliorati intorno all’1%, con l’S&P 500 che segna un nuovo massimo dal febbraio 2001. Stazionario il volume degli scambi, con un controvalore pari a 4 miliardi di euro. Nel caso Telecom l’attenzione manifestata da alcuni gruppi bancari ha portato a un recupero del titolo pari all’1,8%, che ha trascinato le holding Pirelli e Camfin, ma ha riacceso l’interesse anche per Pirelli RE (più 3,5%). Tra le banche sempre in primo piano le Popolari, dove si sono distinte Bpi e Bpm, in crescita del 2,5%, dopo che il vertice della banca lodigiana ha detto di voler fare chiarezza sul futuro dell’istituto. Negli assicurativi bene Generali (più 1%) e Ras (più 1,87%). In tensione i titoli del turismo, con Viaggi del Ventaglio in crescita del 7,6% e Grandi Viaggi del 5,7%. Ha fatto il botto Benetton (più 6,72%), spinta da rumor su una possibile cessione. Risveglio di Alitalia (più 1,55%), mentre vola Data Service (più 10%), in vista di un possibile passaggio azionario.