Generali, Mps torna sotto il 2%

Monte Paschi di Siena è tornato il 25 maggio sotto il 2% del capitale di Generali. Lo si legge nelle comunicazioni alla Consob. La banca guidata da Giuseppe Mussari aveva reso noto alla Commissione di essere salita il 18 maggio poco sopra il 2 per cento. Nel pacchetto del 2% di Generali in mano a Mps segnalato alla Commissione la scorsa settimana era compresa la quota dell’1,58% ceduta a dicembre a Mediobanca, sulla quale Rocca Salimbeni mantiene i diritti di voto. La differenza, pari a poco più dello 0,4% del capitale del Leone, era invece legata a trading di breve periodo, avevano spiegato nei giorni scorsi fonti vicine alla banca, preannunciando una discesa sotto la soglia rilevante. Cosa che si è verificata - da quanto emerso ieri - lo stesso 25 maggio. Dal punto di vista strategico Monte Paschi dovrebbe invece a breve chiudere le trattative con Intesa Sanpaolo per acquisire il 55% di Biverbanca: l’istituto conta 105 sportelli a Biella e a Vercelli ed è partecipato, per il restante 45%, dalla Fondazione Caribiella e dalla Fondazione Carivercelli. Il passo successivo per Siena dovrebbe essere l’individuazione di un grande partner, magari internazionale, con cui completare il proprio sviluppo dopo l’alleanza nella bancassicurazione siglata nei mesi scorsi con la francese Aviva.