Generali nel mirino di Fitch

Previsioni riviste. Il gruppo Ppf vince la causa russa contro Deripaska

da Milano

L’agenzia di rating Fitch ha rivisto al ribasso le prospettive delle Generali, abbassando l’outlook da stabile a negativo. È quanto comunica in una nota l’agenzia, che ha confermato ad AA- il rating emittente (Idr) e AA la solidità finanziaria (Ifs). La decisione di rivedere al ribasso le prospettive riflette un peggioramento della stabilità finanziaria del capitale del gruppo ed una resistenza della performance operativa in condizioni di mercato sempre più sfidanti. Il titolo Generali ha chiuso ieri a 24,76 euro, ai minimi da 2 anni.
Nel frattempo una Corte russa ha dato torto al miliardario più ricco della Federazione - Oleg Deripaska - per dare ragione a Ppf Investments, azionista di minoranza di Ingosstrakh e controllata da Generali. Deripaska aveva fatto ricorso, ma la Corte ha confermato una precedente sentenza del Tribunale che invalidava l’emissione di azioni Ingosstrakh, prima compagnia assicuratrice di Russia. Il cda aveva autorizzato un aumento del capitale da 2,5 a 10 miliardi di rubli. La mossa, voluta da Deripaska, avrebbe diluito la quota di Ppf dal 38,5% al 10%. Attraverso questa sentenza, la decisione della Corte a favore dei tre azionisti di minoranza potrebbe essere la svolta per rendere più civile il clima di business in Russia. Anche per le Generali.