Miart, a Generations dialoghi e confronti fra artisti

Al salone dell'arte moderna e contemporanea che si terrà dal 31 marzo al 2 aprile a fieramilanocity, otto coppie a confronto fra percorsi storici e ricerca artistica contemporanea. Il nuovo Premio Fidenza Village per il miglior dialogo

Una delle sezioni più interessanti di miart 2017, il salone dell'arte moderna e contemporanea che si terrà dal 31 marzo al 2 aprile a fieramilanocity è Generations, a cui è legato anche il nuovo Premio Fidenza Village.

Allestita nella zona centrale di miart, Generations mette in dialogo 8 coppie di artisti di generazioni differenti. Concepita per creare relazioni inaspettate tra percorsi storici e ricerche artistiche recenti, questa sezione propone due gallerie diverse che condividono lo stesso stand ed è a cura di Douglas Fogle curatore indipendente e critico, Los Angeles e di Nicola Lees, direttore e curatore di 80WSE Gallery, New York University.

Le coppie sono: Marianne Boesky, New York (Pier Paolo Calzolari) + Alison Jacques, Londra (Fernanda Gomes); Bortolami, New York (Barbara Kasten) + Raffaella Cortese, Milano (Jessica Stockholder); ChertLüdde, Berlino (Ruth Wolf-Rehfeldt) + Stuart Shave/Modern Art, Londra (Anna-Bella Papp); Lelong, Parigi-New York (Henri Michaux) + P420, Bologna (Riccardo Baruzzi); Magazzino, Roma (Pedro Cabrita Reis) + A Gentil Carioca, Rio de Janeiro (Rodrigo Torres); Meliksetian Briggs, Los Angeles (Bas Jan Ader) + Hollybush Gardens, Londra (Andrea Büttner); Tega, Milano (Giorgio de Chirico) + The Approach, Londra (John Stezaker); Zeno X, Anversa (Dirk Braeckman) + Francesca Minini, Milano (Armando Andrade Tudela).

Miart, con il supporto di Value Retail, ha ideato il nuovo premio Fidenza Village Prize per Generations che sarà assegnato al miglior dialogo e parte dalla consapevolezza che il contemporaneo e il lavoro dei giovani nasca dal confronto con i classici e con la storia. Il premio, del valore di 10.000 euro sarà assegnato da una giuria internazionale composta da Björn Geldhof, direttore artistico e strategico dello Yarat Contemporary Art Space di Baku e direttore artistico del Pinchuk Art Centre di Kiev; Stefan Kalmár, direttore dell' Institute of Contemporary Arts di Londra; Gianfranco Maraniello, direttore del Mart-Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto.

“Il Premio Fidenza Village per Generations – spiega Desirée Bollier, chairman di Value Retail Management – testimonia in una nuova forma il sostegno che Value Retail fornisce da oltre un decennio ai talenti nelle loro diverse espressioni artistiche e culturali: dal design alla musica, dalla moda all’arte. Impegno che nasce dalla vocazione per la valorizzazione tanto delle giovani promesse quanto dei nomi affermati, e che trova in miart un interlocutore perfetto, che siamo felici di affiancare”.

Informazioni: www.miart.it