Geni, ballerini e calciatori contro carabinieri e pediatri

Messi a punto i palinsesti che si vedranno in onda da gennaio. Raiuno schiera le mini serie, lo show di Ranieri e il «Test» di Conti. Canale 5 risponde con Ris, Grande fratello e Cultura moderna

Laura Rio

da Milano

I ragazzi di Maria De Filippi, gli esperti della scientifica, i Carabinieri, i reclusi del Grande fratello e le cabine di Cultura moderna sull’ammiraglia Mediaset. Le mini fiction, gli inventori, il calcio, le prove sul ghiaccio e i test di intelligenza sul primo canale Rai. Ormai la stagione televisiva 2006 volge verso la conclusione e tra pochi giorni comincerà il balletto dei dati Auditel su cui ha vinto. Intanto i vertici delle due maggiori aziende televisive mettono a punto i palinsesti che si vedranno in onda da gennaio 2007. Con una novità che, sulla carta (bisognerà vedere se e come verrà applicata), dovrebbe fare molto piacere agli spettatori: il rispetto degli orari di programmazione, con l’inizio della prima serata Rai alle 21,10 e della seconda alle 23,15. E, anche se non è ancora ufficiale, di quella di Canale 5 alle 21,15. Buoni propositi che dovrebbero essere accompagnati da una generale moderazione (anche qui auspicata un po’ da tutti) dei toni.
In attesa del D-Day dell’educazione (per la Tv di Stato i nuovi orari partiranno dall’11 dicembre), direttori e produttori si applicano freneticamente a quell’attività denominata «contro programmazione» che nelle prime settimane d’autunno ha dato vita a un tale turbinio di spostamenti di programmi da far venire il mal di testa agli spettatori. Cosa che, probabilmente, si ripeterà a gennaio. Per cui premettiamo che i palinsesti qui riportati (e che sono quelli sottoposti alla valutazione degli inserzionisti pubblicitari) potranno subire variazioni.
Dunque, ecco come si sfideranno le due ammiraglie Rai e Mediaset a gennaio e febbraio. Partiamo dalla famigerata fascia chiamata access prime time, quella che viene dopo il Tg serale, in cui si danno battaglia Affari tuoi e Striscia la notizia (e che dovranno contenersi per rispettare gli orari). Prima di Natale il quiz di Raiuno lascerà il posto (fino a marzo) a un altro giochino, versione italiana di «It’s your turn», show basato sulla velocità e l’abilità. Il conduttore? Ancora da trovare. Anzi, il problema di Raiuno sembra proprio quello dei presentatori: quelli che funzionano (Insinna, Clerici, Baudo, Conti, Ventura) sono iper inflazionati, tutti gli altri sono... a Mediaset.
Continuiamo con la fascia televisiva più importante: la prima serata. Di domenica e lunedì su Raiuno resta la fiction (tra i titoli Caravaggio, I Mille, L’Inchiesta (su Gesù) Operazione pilota). A contrastare (improba battaglia) la forza delle mini serie Rai, nel giorno di festa ci proverà Maria De Filippi (dal 4 febbraio) con i suoi ragazzi di Amici. Il dì seguente, invece, ci tenteranno i reparti speciali dei Ris. Al martedì la disfida sarà tra la sesta serie dei Carabinieri e il nuovo show dell’ammiraglia Rai Professione genio (quattro o cinque puntate in stile Portobello in cui gli inventori presenteranno le loro idee). Si sta cercando un conduttore: i volti noti (è stato chiesto a Insinna, che ha declinato) non sono disponibili, gli altri sono una scommessa rischiosa.
Passiamo al mercoledì. Sul primo canale pubblico ci saranno film e partite di campionato o di Champions League, mentre su Canale 5 proseguirà la fiction Nati ieri, una serie lunga (genere commedia) in partenza il 20 dicembre ambientata in un reparto maternità. Il giovedì (dal 18 gennaio) è il giorno del Grande Fratello (settima edizione), guidato da Alessia Marcuzzi. Per arginare la potenza del reality dell’ammiraglia Mediaset, la Rai giocherà la carta della fiction Raccontami (si riproporrà, così, la battaglia della scorsa stagione che vide schierato Don Matteo contro il bunker di Cinecittà). Il venerdì a gennaio tre puntate del Ranieri show e a febbraio Notti sul ghiaccio: dato che si tratta dell’ennesimo programma danzante (Ballando con le stelle finirà poco prima, il 6 gennaio), si punterà di più sulle prove fisiche, anche senza preparazione. Canale 5 invece proporrà l’esperimento di Cultura moderna in prima serata: lo show di Mammucari con il vip rinchiuso in una cabina sarà in versione lunga di due ore, per sei o sette puntate.
Infine, il sabato. Sull’ammiraglia Rai Carlo Conti sottoporrà a test d’intelligenza alcuni noti personaggi, mentre sulla concorrente di Cologno tornerà un riammodernato (si spera) Bagaglino con Aida Yespica e, più in avanti, la Corrida. Per rivedere Scherzi a parte, invece, si dovrà attendere marzo, anche se allo studio c’è pure l’ipotesi di buttarlo nella mischia già a gennaio nell’ipotesi che la programmazione non portasse i risultati sperati. In tal caso, il palinsesto di Canale 5 verrebbe scompaginato. E si rifarebbe tutto da capo.