Genitori di Emma Ricorso al Tar e nuova protesta

Saranno di nuovo davanti a Palazzo Marino lunedì, per presentare il loro ricorso al Tar e «alcune considerazioni su come vengono trattati i cittadini a Milano», Francesca Merlo e il marito Emiliano, mamma e papà di Emma, la 15enne promossa al primo anno al liceo linguistico Manzoni per cui i genitori hanno chiesto la bocciatura.
I due si erano presentati il 17 agosto scorso in piazza della Scala, spiegando ai giornalisti le loro ragioni: «Nostra figlia ha passato un brutto anno. Chiediamo che sia rivista la decisione presa negli scrutini e che Emma sia bocciata. Solo così possiamo essere liberi di iscriverla in un altro liceo linguistico». Poi avevano consegnato una lettera per il sindaco Albertini, per ottenere un suo intervento. «Abbiamo presentato le nostre disavventure di genitori - spiega Emiliano - ma dal Comune non abbiamo ricevuto risposta. Lunedì saremo ancora in piazza Scala, con il nostro avvocato, e presenteremo anche le nostre disavventure di cittadini».