Genitori a teatro, animatori per i bimbi

Chissà quante volte una coppia di genitori si è trovata in difficoltà nel decidere di andare a teatro per il problema sistemazione dei bambini. Beh, ora il nostro Teatro Stabile ha voluto venire incontro a questa esigenza realizzando un servizio di intrattenimento che non è una nursery, bensì una maniera di impegnare anche i bimbi nell'interessamento verso il teatro offrendo loro spettacoli adeguati alla loro età. «Abbiamo voluto continuare a porre la nostra attenzione verso il nostro pubblico che da anni continua a darci grandi soddisfazioni - dice il direttore dello Stabile Carlo Repetti - un pubblico che ci fa confermare che il nostro teatro gode di buona salute, e per questo merita tutto il nostro riguardo. Ci è venuta così l'idea di inserire un nuovo tassello nella nostra organizzazione provando a dare una risposta ai genitori dei bimbi di età fra i 5 e i 12 anni, che potranno venire agli spettacoli in programma alla Corte senza preoccuparsi di scomodare nonni o baby sitter». Un’idea brillante che ha trovati d'accordo sia il Comune di Genova che gli sponsor storici del teatro come Coop Liguria e il Gruppo Unipol. Ma veniamo al pratico, cosa dovrà fare un genitore per l'organizzazione della sua domenica a teatro? Basterà che contatti il teatro il venerdì prima e il figlio o i figli saranno inseriti nel gruppo (che va da un minimo di 5 a un massimo di 20 bambini) che assisterà ad uno degli spettacoli in programma. La location in cui è organizzato il divertissement è una sala della Scuola di recitazione dello Stabile, adiacente il teatro della Corte. «Quello che offre lo Stabile è qualcosa di diverso da quanto danno altri teatri. E questo è frutto di un sistema che mette a disposizioni varie realtà teatrali atte a creare quelle sinergie che non fanno morire la cultura nella nostra città - dice l'assessore Ranieri - Il Teatro Stabile in questo modo fornisce anche l'occasione di dare lavoro ad altre realtà culturali come le tre qualificate associazioni Après la nuit, Librotondo ed Echo Art». Gli spettacoli per i bambini si alterneranno nella stagione senza un programma preciso offrendo musica, danza, prosa e canto. Il costo del laboratorio è di 5 euro a bambino.