Da gennaio il codice per le sfilate

Potrebbe entrare in vigore all’inizio del nuovo anno, in occasione delle sfilate di gennaio, il codice di autoregolamentazione della moda voluto dal ministro Melandri. In un’intervista a «Chi», il ministro dello Sport e delle politiche giovanili spiega i tre elementi sui quali dovrà puntare il codice, da realizzare in accordo con gli operatori della moda (e che prevede pene per i trasgressori). «Prima di tutto andrebbe adottato il controllo medico per definire l’indice di massa corporeo delle modelle: chi è sotto il 18,5% non lavora, perché a rischio anoressia. Secondo, basta modelle sotto i 16 anni. Anche se, personalmente, le preferirei tutte sopra i 18». «Terzo, chiederemo agli operatori della moda di diffondere modelli di bellezza “all’italiana”. Se le nostre bellezze partono da Sophia Loren e arrivano a Monica Bellucci e Sabrina Ferilli, perché in passerella sfilano solo ragazzine emaciate? Basta volti esangui e occhiaie nere».