Gennaio pesante per Fiat e Chrysler

Chrysler e Fiat ai vertici del calo di immatricolazioni a gennaio nell’Ue. Secondo i dati dell’Acea, l’azienda Usa e il Lingotto, alleate e prossime alla fusione, fanno registrare i decrementi maggiori, rispettivamente del 24,1% e del 20,2% rispetto allo stesso mese del 2010. All’interno del gruppo guidato da Sergio Marchionne, per i marchi Fiat e Lancia il calo è del 26,4 e del 23,3%, compensato parzialmente dai buoni numeri di Alfa Romeo (+39,3%) con e Ferrari e Maserati (+22%). La quota mercato di Fga scende, in un anno, dal 9,2 al 7,5%. Nel primo mese del 2011 le vendite complessive in Europa hanno segnato un -1,1% anche se il raffronto è con un gennaio 2010 sostenuto dagli incentivi.